5 piante da appartamento e da balcone

Le piante da appartamento rendono indubbiamente la casa più accogliente e valorizzano qualsiasi stile di arredamento, dal rustico al moderno. Nel post Piante antistress: quali scegliere per casa e ufficio, ho elencato alcune delle piante consigliate per armonizzare i luoghi in cui passiamo la maggior parte della giornata. In quell’articolo ho parlato più che altro di piante verdi, ma per portare la primavera anche in casa, che ne dici di aggiungere delle piante fiorite?

piante da appartamento e da balcone

Fra le tantissime piante da appartamento fiorite ho scelto quelle che, a mio parere, sono le più semplici da mantenere, anche per chi non ha un pollice verdissimo. Quasi tutte sono adatte anche ai balconi, se hai la fortuna di averne uno abbastanza grande potrai creare una zona relax davvero carina.

I benefici psicologici del giardinaggio

Il contatto con la natura è molto importante, in periodi di stress fare giardinaggio ha un impatto molto positivo su nervi e psiche.

Il giardinaggio è da sempre utilizzato come terapia antidepressiva, aiuta a mantenere il focus sul qui e ora (mindfulness) e migliora l’umore. Occuparsi di piante e fiori, infatti, equivale a una vera e propria meditazione, e non è necessario essere esperte o avere per forza un giardino. Scegliendo le piante giuste, si può creare un bellissimo angolo fiorito anche nel più piccolo degli appartamenti e, seguendo le istruzioni per il mantenimento, tutte siamo in grado di conservarle in salute.

piante fiorite da appartamento

Ogni pianta ha le sue esigenze e prima di acquistarle è meglio informarsi da un esperto giardiniere o consultando una guida. Anche online esistono siti che possono chiarirci le idee su quali piante da appartamento fiorite sono più indicate in base l’esposizione solare e la temperatura media della casa. Un ottimo libro da consultare per qualsiasi tipo di pianta è Guida pratica alle piante da interno.

Come scegliere le piante da interno fiorite

Deciso il posto dove creare il tuo angolo fiorito in casa, avrai anche un elenco di piante adatte per esposizione solare e temperatura. Fra quelle più adatte scegli a simpatia. Quando una pianta ci piace particolarmente, viene più semplice curarla nel modo giusto, oserei dire che si crea una sorta di feeling tra pianta e persona. Tra tutte le piante adatte al tuo spazio, scegli quindi quelle con le quali senti una certa affinità, sarà ancora più piacevole prendertene cura.

Le piante da appartamento, in particolare quelle fiorite, con l’arrivo della primavera si possono mettere all’esterno. Per non stressarle bisogna far le cose per gradi e, naturalmente, fare attenzione che la posizione sia giusta per loro. In linea di massima, fai attenzione che il sole non batta nelle ore più calde e che non ci siano correnti d’aria.

Non ti preoccupare se nelle prime settimane cadranno foglie o fiori, è normale, si stanno adattando.

5 piante da appartamento preferite

Se avessi abbastanza spazio, avrei la casa piena di piante. Quelle elencate di seguito oltre ad essere le mie preferite, sono anche facili da curare e molte in primavera si possono portare all’esterno. Necessitano di poche attenzioni, ogni tanto le nutro con un concime liquido universale che aggiungo nell’acqua. Se occorre, le rinvaso prima di portarle fuori nel balcone. Sono bellissime e mi danno molta allegria, soprattutto il mio amato ibisco che ogni anno mi regala dei bellissimi fiori rosa acceso.

Ibisco

ibisco

Come dicevo, ho una passione per gli ibischi, quello in foto è il primo fiore che mi ha regalato quest’anno. Vive con me da anni e le sono molto affezionata.

Esistono circa 200 specie di ibisco, alcune adatte ai giardini ma molte si possono coltivare in casa o nel balcone. I fiori sono molto grandi e ne puoi trovare di diversi colori, quando la pianta è fiorita è davvero bellissima. Tramite l’infusione dei fiori secchi si ottiene il karkadè, una bevanda ottima sia calda che fredda che possono bere anche i bambini, la conoscerai senz’altro. In estate sopporta anche la luce diretta del sole, in inverno preferisco tenerla in casa in una posizione lontana dai caloriferi e dove può ricevere molta luce. Ti dirò che spesso mi fiorisce anche in casa, soprattutto verso novembre/dicembre. Va annaffiata quando il terreno perde umidità: in estate anche tutti i giorni, in inverno invece una volta a settimana sarà sufficiente.

Violetta africana

violetta africana

La violetta africana è una pianta da appartamento molto comune. E’ piccola, carina, coloratissima e ha delle bellissime foglie a forma di cuore. Si adatta perfettamente a qualsiasi ambiente domestico, mi piace molto posizionarne diverse, una di fianco all’altra, nei davanzali delle finestre.

Se ami lo stile romantico è perfetta. Tra marzo e ottobre dà il meglio di sé, durante gli altri mesi potrebbe avere meno fiori se non addirittura non fiorire affatto, ma le sue foglie non perderanno forza e bellezza.

Azalea

azalea

Esistono diverse specie di azalee sia per interni che per il giardino. E’ la pianta adottata dall’AIRC per sostenere la ricerca sul cancro. L’azalea dell’AIRC per la festa della mamma di solito si acquista un po’ ovunque.

L’azalea in vaso ha forse bisogno di un po’ più di attenzioni di altre piante ma niente che sia complicato. La terra dovrà essere sempre umida ma non troppo, le radici potrebbero marcire, le annaffiature dovranno quindi essere scarse come quantità di acqua, ma frequenti.

Tenuta in casa non dà problemi, basta che la temperatura non scenda sotto i 10/12° C e che sia posta in un luogo luminoso ma non alla luce diretta del sole, soprattutto nelle stagioni calde. Una regola che vale per quasi tutte le piante da interno.

Begonia

begonia

Anche la begonia è una pianta sia da giardino che da coltivazione in vaso. A differenza di altre, la begonia preferisce la mezz’ombra, per questo motivo è perfetta per essere tenuta in casa. Appena acquistata si consiglia di trasferirla in un vaso più grande in modo che si adatti subito e non soffochi nel vasetto che di solito utilizzano i vivai. Le annaffiature non dovranno essere troppo abbondanti, anche la begonia teme il ristagno dell’acqua che potrebbe far marcire le radici. Per annaffiarla è meglio aspettare che la terra sia asciutta e fare attenzione che non rimanga acqua nel sottovaso. Nel caso succedesse, meglio svuotarlo subito.

Orchidea

orchidea

Quando parlo di orchidee noto che c’è un certo timore, spesso sento dire che sono difficili e che muoiono subito. Ci sono infinite specie di orchidee tutte stupende e forse sì, qualcuna molto delicata c’è, ma quelle più comuni come le phalaenopsis sono perfette per le nostre temperature e in casa vivono molto bene. Ormai l’orchidea non è più un fiore d’élite, se ne trovano anche al supermercato nel reparto fiori e non sono neanche troppo costose. Il prezzo varia in base a quanti rami fioriti sono presenti nella pianta.

Le orchidee temono il freddo, meglio che la temperatura non scenda sotto i 20° C, e amano l’umidità. Vogliono molta luce ma non deve essere diretta, la luce diretta piace a poche piante a dir la verità. L’orchidea ha un modo tutto suo per comunicarti cosa non va e di cosa ha bisogno. Se vedi che le foglie tendono al giallo significa che la luce è troppa, se noti che i boccioli cadono prima di aprirsi, ha invece bisogno di più luce.

Può capitare che dopo aver perso i primi fiori rimanga ferma per molto tempo ma non ti preoccupare. Continua a curare la pianta, le foglie ti assicureranno se è in salute e, dopo un po’, quando si sarà adattata, tornerà a fiorire. Ha i suoi tempi e a volte sono un po’ lunghi, abbi solo un po’ di pazienza e vedrai che meraviglia!

Leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *